La nostra storia

L’Associazione sportiva inizia la sua attività a Cuneo nel 1974, per iniziativa di Luigia Martinengo Calandri e Rosanna D’Ulisse, sotto il GRUPPO POLISPORTIVO LIBERTAS, con due corsi formativi di base per un totale di circa 30 bambine.

Nel 1976, in attesa di ottenere l’affiliazione alla Federazione Ginnastica d’Italia, le giovani atlete gareggiano per la “SOCIETÀ GINNASTICA CARAGLIO” fondata qualche anno prima dalla Prof. Maria Rosa Rosato, personaggio di spicco nella ginnastica italiana e allenatrice della Squadra Nazionale.

Nel 1978, arriva la conferma dell’adesione alla FGI e l’associazione acquista la denominazione di “CENTRO GINNASTICA IL TAMBURELLO“, dal nome dell’attrezzo con cui agli esordi della ritmica si usava scandire il tempo per accompagnare i movimenti delle ginnaste. Direttrice tecnica della società diventa la Prof. Luigia Martinengo.

Da subito i lusinghieri successi in campo regionale e nazionale mettono in luce il centro cuneese.
Già nel 1979 avviene l’esordio in campo internazionale con una ginnasta, che superando le numerose selezioni per l’ammissione alla squadra nazionale partecipa ai Campionati Europei del 1980 e del 1982 e ai Mondiali del 1981 e del 1983.

Negli stessi anni, nell’ambito del CSIT (Comité Sportif International des Travailleurs) il centro cuneese conquista ripetutamente la titolarità delle sue ginnaste nella rappresentativa nazionale UISP, e partecipa a competizioni internazionali organizzate in Italia, ad Anversa e in Israele.

Nel 1983, il Centro compare al 7° posto nell’elenco nazionale ed al 1° posto in Piemonte nella graduatoria SOGIN (società d’interesse nazionale) per l’attività di Alta Specializzazione FGI.
Nel 1985, nasce la sezione staccata di Centallo, inizialmente sotto la guida di Elena Sciandra, che opera sul territorio per alcuni anni raccogliendo numerose bambine, alcune delle quali entreranno a far parte della squadra agonistica della società.

Nel 1987, la Direzione tecnica cambia. Per evitare equivoci sul tipo di sport praticato (in Piemonte esiste infatti lo sport del Tamburello) l’Associazione cambia la denominazione in “SOCIETÀ CUNEOGINNASTICA“. Inoltre riorganizza tutta l’attività, aumenta il numero dei corsi e delle bambine iscritte che salgono a più di 100.

Nel 1992 viene riconosciuta dalla FGI “SCUOLA DI GINNASTICA“, qualifica che la Federazione assegna, ogni quadriennio olimpico, solo alle Società che svolgono attività di alto livello e che rispettano vari parametri quantitativi e qualitativi. La Cuneoginnastica è l’unica in Provincia di Cuneo ed una delle poche in Piemonte a potersi fregiare di questo titolo, rinnovatole già per la terza volta consecutiva; questo a conferma del fatto che essa è una delle più importanti e rinomate società di ginnastica presenti sul territorio nazionale.